La sede del Festival: l’Auditorium della Biblioteca Nazionale

auditorium_nuovo_1080_540_299

Rispetto alla prima edizione, il Festival del Giornalismo Alimentare cambia sede: non più la Cavallerizza, ma la Biblioteca Nazionale Universitaria. Una scelta dovuta principalmente al fatto che la nuova sede dispone di due diverse sale, che verranno entrambe utilizzate per ospitare gli incontri in contemporanea della manifestazione.

Pur essendo ospitate all’interno della Biblioteca Nazionale Universitaria, le due sale sono gestite a parte e hanno un ingresso riservato. Vi si accede infatti sempre da piazza Carlo Alberto, ma a destra rispetto all’entrata della biblioteca: il civico è il 5/A.

La location principale è l’Auditorium vero e proprio, che è dedicato ad Antonio Vivaldi, il grande compositore veneto di cui la Biblioteca custodisce una delle più preziose collezioni manoscritte: circa 450 composizioni. Inaugurato il 18 settembre 2015, viene utilizzato sia per eventi istituzionali che sociali: ospita conferenze, presentazioni, dibattiti e – come si deduce dal nome – incontri musicali e concerti. Lo spazio, che proprio grazie al recente restauro è stato migliorato nell’acustica e nelle attrezzature, dispone di un’ampia sala di oltre ottocento metri quadrati in grado di ospitare 198 persone, tutte sedute, alle quali si aggiungono le postazioni riservate al pubblico con disabilità motorie.

Proprio accanto alla sala principale ne sorge un’altra più piccola, di circa cento posti. Anch’essa verrà utilizzata durante il Festival per eventi riservati dedicati ai temi che riguardano il giornalismo, la deontologia, il sindacato.

20160418_131839

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *