Siamo un gruppo di giornalisti e operatori della comunicazione 

Nel nostro lavoro ci capita, tutti i giorni, di affrontare tematiche alimentari e sempre più ci rendiamo conto di quanto sia necessario un confronto costante sulla qualità dell’informazione in un campo così delicato e così sentito dai cittadini.
Così, abbiamo pensato che forse non era il caso di continuare a parlarne solo tra di noi.
Abbiamo pensato che fosse venuto il momento di chiamare a raccolta i colleghi giornalisti e comunicatori, invitarli a Torino per un appuntamento fisso di incontro, dibattito, riflessione, formazione, reciproca conoscenza. Un momento ricorrente per parlare di come stiamo facendo il nostro mestiere, aprendo il dialogo anche con i nuovi “giornalismi” e con le professioni scientifiche della ricerca e della salute.
Così è nata l’idea del Festival: dal basso, dal lavoro, dalla passione, dal senso di responsabilità di chi fa informazione in un Paese che, sulla “coscienza alimentare”, poggia la sua identità e il suo riconoscimento in tutto il mondo.

Il soggetto che, formalmente, è organizzatore del Festival è l’Associazione culturale Pensare il Cibo ma l’idea è stata concepita dentro lo spazio di lavoro più ampio di via Verdi 20 a Torino dove operano giornalisti e professionisti della comunicazione, giovani e meno giovani, in parte specializzati anche nell’informazione alimentare, che ogni giorno si trovano a interrogarsi sul senso del proprio lavoro e sul modo migliore per svolgere il proprio lavoro.

Direttore del Festival: Massimiliano Borgia (giornalista)

 

 

Dove siamo

L’indirizzo dell’ufficio del Festival del Giornalismo Alimentare è:

Via Verdi 20
10124 TORINO

ATTENZIONE
Questo è l'indirizzo della sede amministrativa e della redazione.
NON E' LA LOCATION DEL FESTIVAL che viene scelta ogni anno tra luoghi adatti a manifestazioni culturali