Giornalismo e precarietà: due termini che sempre più spesso vanno a braccetto. Il Festival del Giornalismo Alimentare, grazie alla partnership con la Federazione Nazionale Stampa Italiana e con l'Associazione Stampa Subalpina, intende dare ampio spazio al tema.

Il sindacato dei giornalisti, sia nella sua articolazione nazionale che in quella regionale, avrà nella terza edizione del Festival degli spazi dedicati, in particolare nel pomeriggio di giovedì 22 febbraio. Una serie di panel, studiati apposta per avviare un confronto fra i professionisti della comunicazione e le associazioni sindacali, si occuperanno dei diritti dei freelance, della qualità della vita dei liberi professionisti e di vari temi correlati. L'obiettivo è dare ai professionisti della comunicazione gli strumenti per muoversi in un mondo che ha attraversato negli ultimi anni un profondo cambiamento.

La categoria del giornalista “a partita Iva”, imprenditore di se stesso, è in forte crescita: basti pensare che oltre il 65% di chi svolge professione giornalistica lo fa da freelance. Un concetto, quest'ultimo, ancor più valido nel settore del giornalismo alimentare, dove i freelance operano in larga maggioranza. Le novità nel mondo della comunicazione quindi sono molte, e ad esse il sindacato si sta mostrando ricettivo. Stanno cambiando anche le battaglie che la FNSI e Stampa Subalpina hanno intrapreso, oggi più che in passato volte alla tutela di chi non è assunto e probabilmente non lo sarà mai.In questo contesto, infatti, la tutela dei diritti dei lavoratori diventa ancora più importante. La precarietà metta seriamente a rischio non solo i giornalisti, ma anche i cittadini e il loro diritto ad essere informati.Va anche detto che, per contro, davanti al giornalista imprenditore di se stesso si possono spalancare numerose porte. Anche nel settore alimentare, dove c'è una grande richiesta di informazione seria, responsabile e, appunto, professionale. Conoscere queste opportunità diventa cruciale: il Festival, anche grazie al supporto di FNSI e Stampa Subalpina, rappresenta l'occasione ideale.