Per tutti i giornalisti e blogger accreditati al Festival c'è la possibilità di iscriversi ai press tour di sabato 24 febbraio.
I press tour del Festival sono viaggi-stampa pensati come momenti di approfondimento e formazione utili per chi scrive, a vario titolo, di cibo. In linea di massima durano una giornata intera (9-17) ma ci sono anche scelte da mezza giornata.
I press tour sono gratuiti ma sono anche a numero chiuso. È possibile indicare la propria preferenza, ma se il tour scelto è già pieno si verrà iscritti a un altro tour.

Ecco l'elenco dei press tour del Festival 2018

SABATO 24 FEBBRAIO 2018

- Val d’Aosta golosa

Tra gli scenari mozzafiato delle montagne valdostane, un viaggio dedicato alle eccellenze DOP: dal Magazzino di stagionatura e marchiatura della Fontina DOP a Valpelline, allo stabilimento di produzione del Vallée d’Aoste Lard d’Arnad DOP, con sosta per il pranzo presso il Ristorante Arcaden, dove i piatti tipici regionali saranno proposti in abbinamento ad alcuni vini DOP della zona.

- Dove nasce il bue grasso

Nel cuore del Piemonte, a Carrù (CN), in collaborazione con Coalvi si visiterà la Casa della Piemontese, per conoscere la storia e le tecniche di selezione e allevamento di una delle razze bovine più pregiate al mondo.  Dopo il pranzo, a base di carne di Razza piemontese e di salumi derivati, visita alla Cantina Sociale di Clavesana.

- Fieno, latte&Co. …

Dai pascoli al formaggio, la tradizione casearia del territorio sarà raccontata attraverso la visita della stalla sperimentale e degli stabilimenti di INALPI, azienda latteo-casearia attiva dal 1966 a Moretta (Cuneo). Al termine, pranzo stellato presso l’Antica Corona Reale di Cervere a scoprire la strabiliante cucina di Gian Piero Vivalda, uno dei più importanti chef italiani.

- Chieri gourmet

L’incantevole borgo di Chieri apre le sue porte per un tour con i Maestri del Gusto della zona, con assaggi di prodotti tipici, come i grissini Rubatà e la focaccia dolce. Dopo un pranzo nel ristorante sociale dell’Ex Mattatoio, che ospita un progetto del Comune per l’inserimento professionale delle persone disabili, la giornata si conclude a suon di cocktail alla Martini Bar Academy di Casa Martini, a Pessione.

-La riscoperta di un pesce antico

Il tour delle curiosità. Protagonista la Tinca Gobba Dorata, unico pesce DOP italiano, e il Pianalto di Poirino (TO) con le sue secolari peschiere. Un pesce che era sulle tavole di tutti i contadini del Nord Italia e che viene riscoperto in questo angolo di Piemonte. Dopo una visita alle affascinanti peschiere della tinca, sarà servito un pranzo gourmet a base dei prodotti del territorio.

-Splendori di…vini

Un viaggio nel cuore del Canavese per raggiungere l’Enoteca regionale dei vini della provincia di Torino. Incontro con i produttori dei vini selezionati dal progetto TorinoDOC (www.torinodoc.com), nato per promuovere le eccellenze delle DOCG e DOC locali. Pranzo da Eataly Lingotto, al wine bar dell'Enoteca Pane&Vino: una proposta culinaria nel rispetto di Menu for Change, la campagna internazionale di Slow Food per sensibilizzare al cambiamento climatico, ponendo l’attenzione su produzione e consumo del cibo. Una sorpresa stellata delizierà i commensali.

- Passeggiando con Gusto

Una piacevole passeggiata nel caratteristico quartiere San Donato di Torino, per incontrare i Maestri del Gusto della zona, tra pane, grissini, carne cruda e gelato. Tappa finale presso la Piazza dei Mestieri, in via Cibrario, dove sarà possibile visitare il celebre birrificio artigianale interno e sperimentare un inconsueto abbinamento tra birra e cioccolato.

-A lezione di cucina Veg con lo chef Simone Salvini

Tour didattico-gastronomico che parte dall’elegante Diamante Costadoro per una piacevole “master class” sul caffè. A seguire, presso la Sede Centrale della SMAT, una visita esclusiva alla sala del Telecontrollo che presidia 24 ore su 24 il corretto funzionamento del servizio idrico. Infine, in collaborazione con FunnyVegan, pranzo da Soul Kitchen, primo ristorante vegano d’Italia con un menù dedicato ai crudisti, con le proposte del titolare Luca André. Ospite d’eccezione lo chef Simone Salvini, uno dei più famosi interpreti della cucina vegana, per una riflessione sulle ultime tendenze della cucina vegetale.

-Invito al Castello

Una giornata nello splendido Castello di Costigliole d’Asti, ospiti del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato e dell’Italian Culinary Institute For Foreigners (ICIF). Dopo la visita a questo gioiello di architettura medioevale, show cooking dello Chef Massimiliano Careri, nella vicina Orangerie del Castello sede di ICIF. Dopo il light lunch, degustazione di alcuni dei vini tutelati dal Consorzio.

- Pranzo al ‘fresco’

Un percorso inconsueto, che prende il via con una colazione da Edit, innovativo polo gastronomico torinese, e prosegue da Freedhome, concept store dedicato alle eccellenze gastronomiche e artigianali delle realtà carcerarie italiane. A seguire, tutti dietro le sbarre per pranzare da “LiberaMensa”, il ristorante interno alla Casa Circondariale “Lorusso e Cutugno” gestito dai detenuti e frutto di un progetto di formazione nato nel 2016.

ATTENZIONE: PER IL TOUR E’ NECESSARIA LA PRENOTAZIONE ANTICIPATA ENTRO SABATO 17 FEBBRAIO

con invio di un documento di identità a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

-Obiettivo sapore
Dopo un’aperispesa dal Maestro del Gusto Angolo dei Sapori, alla scoperta di produttori a km zero, muniti di una shopping bag a sorpresa per lo chef ci si sposterà nei laboratori di Cookin’ Factory, dove in collaborazione con Nikon andrà in scena un workshop creativo di cucina e fotografia.

N.B. Tutti i press tour sono riservati a coloro che si accreditano al Festival (http://www.festivalgiornalismoalimentare.it/accredito/) I posti sono a numero limitato. Per segnalare la volontà di partecipazione è necessario scrivere entro mercoledì 21 febbraio, (indicando due preferenze) a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.