Dal 6 ottobre al 25 novembre si svolgerà “tra Terra e Luna”, l’88ª Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba.
L'Ente fiera e il Centro tartufo sono partner del Festival del giornalismo alimentare per gli aspetti didattici.
La ricerca del tartufo è una pratica fondata su basi concretissime composte da indizi naturali, ma anche su eventi intangibili e non dimostrabili, come la Luna, elemento fondamentale del percorso di cerca: tra le informazioni utili per determinare quando e dove trovare i tartufi, le fasi lunari scandiscono un tempo preciso.

La Fiera del Tartufo Bianco ad Alba rinnova il mistero e il fascino del Tuber magnatum Pico, che solo in queste zone è diventato il simbolo di un patrimonio di esperienze collettive che unisce la ristorazione, l’ospitalità e l’autentico modo di vivere italiano. Con oltre 600 mila medie nelle ultime edizioni, la fiera è l’evento clou per il turismo enogastronomico d’eccellenza, tra i principali appuntamenti di richiamo turistico per il territorio di Langhe, Roero e Monferrato.
Come ogni anno mostre, show cooking, folclore, manifestazioni di piazza e percorsi esperienziali arricchiscono le 8 settimane dedicate all’oro delle Langhe. Il fulcro della Fiera è il Mercato Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba, aperto ogni sabato e domenica (più le aperture straordinarie dell’1 e 2 novembre) con l’Alba Truffle Show, lo spazio dedicato agli Show Cooking, le Analisi Sensoriali del Tartufo, le Wine Tasting Experience®. Il connubio tra alta gastronomia e cultura è nuovamente centrale con grandi mostre, che spaziano dal contemporaneo all’arte moderna, progetti di design, ma anche concerti e appuntamenti letterari: la grande personale di Valerio Berruti che racconta “ La Storia di Nina” con la colonna sonora di Ludovico Einaudi, la designer Patricia Urquiola, che ha realizzato il guanto per lamellare il tartufo bianco d’Alba, le mostre Lynn Davis, Patti Smith: a collaboration” nel Coro della Maddalena a cura della famiglia Ceretto e la grande collettiva “Dal nulla al sogno. Dada e Surrealismo dalla Collezione del Museo Boijmans Van Beuningen” presso la Fondazione Ferrero, fino alle lettere con António Lobo Antunes, che terrà una Lectio magistralis in attesa di ritirare il Premio Bottari Lattes Grinzane 2018 (sezione La Quercia).
Non manca poi l’impegno sociale: il ricavato delle esclusive Ultimate Truffle Dinner (il 25 ottobre e il 22 novembre) in cui vengono proposti inconsueti abbinamenti del Tartufo Bianco d’Alba con elementi unici della cucina internazionale come le ostriche e il manzo di Kobe, e dell’Asta Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba, che giunge quest’anno alla XIX edizione (domenica 11 novembre), saranno devoluti in beneficenza.