Fra gli sponsor del Festival del Giornalismo Alimentare non mancheranno Mole-Cola e M**Bun, due marchi torinesi che negli scorsi anni hanno saputo coniugare, nel campo della ristorazione e del marketing, popolarità e qualità. Una partecipazione, quella al Festival, che punta a sostenere un evento dalla spiccata impronta torinese – anche se ormai di rilievo nazionale – coerentemente con la filosofia di M**Bun e MoleCola, sempre impegnati nella difesa della qualità – e dunque la corretta l'informazione - nel settore “food”.

M**Bun, lo “slow-fast food”, è nato con l'obiettivo di «ritrovare il giusto tempo. Uno slow-fast food nel quale l’essere è il più alto dei valori e si traduce nel rispetto delle persone, siano essi clienti o dipendenti, e nell’attenzione a ciò che serviamo. Giusti tempi di allevamento, maturazione, conservazione e cottura sono il cuore della nostra proposta di ristorazione, che punta a valorizzare la filiera corta e le eccellenze del territorio. Ecco perché utilizziamo solo carne lavorata nella nostra azienda agricola, ottenuta da animali allevati da noi e nutriti con cereali e foraggio coltivati nei nostri campi. Solo così possiamo continuare a garantirvi un gusto e una consistenza unici ad ogni morso».
Mole-Cola è un marchio “fratello” di M**Bun. Nata nel 2012 da uno spunto trovato in un libro di ricette piemontesi del 1854, ha l'obiettivo di creare una Cola completamente italiana e, in omaggio alla sua “città natale”, prende il nome dal monumento simbolo del capoluogo sabaudo.