Cristina Bowerman, chef stellata di rango internazionale, sarà fra gli ospiti del Festival del Giornalismo Alimentare 2019. E non soltanto in qualità di maestra dell'alta cucina, ma anche in virtù del suo ruolo di presidente dell'associazione Ambasciatori del Gusto.

La chef presenzierà come relatrice a uno dei panel in programma nella mattinata di venerdì 22 febbraio. Il sodalizio che presiede è l'espressione dell'eccellenza della ristorazione e della pasticceria italiana, e raggruppa cuochi, ristoratori, pizzaioli, sommelier, personale di sala, pasticceri e gelatieri. Coloro che attraverso il proprio mestiere si sono distinti nella valorizzazione del patrimonio agroalimentare ed enogastronomico italiano. L'associazione è nata nel 2016, e oltre alla presidente Cristina Bowerman, ne fanno parte il patron di Slow Food Carlo Petrini, gli chef Carlo Cracco, Pietro Leemann e Marco Sacco.

Una sorta di “alleanza di chef” che punta a valorizzare ulteriormente l'eccellenza enogastronomia italiana, prestando attenzione non soltanto agli aspetti legati strettamente alla cucina, ma anche alle questioni imprenditoriali. Il settore food, infatti, è sì un fiore all'occhiello del Belpaese, ma è chiaro che la competitività si misura anche nella capacità di comunicare e fare fronte comune di fronte alle sfide di un'economia globale. L'idea alla base di Ambasciatori del Gusto è che il cibo italiano possa in qualche modo svolgere una funzione di “traino”, o quantomeno di modello, per un'economia che affronta serie difficoltà.