L’Italia è il paese dei Festival. Secondo alcune stime, ogni anno, si svolgono, nella nostra penisola, oltre 1.200 Festival di carattere culturale, anche se sono pochi quelli che hanno una visibilità nazionale e molti sono rivolti ad un pubblico di nicchia.

Senza andare a scomodare il Festival italiano per eccellenza, perlomeno per la platea televisiva, quello di Sanremo, sicuramente la musica è tra gli argomenti più sviscerati durante questi appuntamenti. Musica in ogni suo aspetto e genere, così come il cinema e la letteratura, con, per esempio, il Festival di Mantova, a cui se ne aggiungono molti altri, tra cui quello della Letteratura Mediterranea o quella della Letteratura di viaggio, solo per citarne alcuni. Anche la filosofia, i fumetti, la politica e, addirittura, la cultura orientale, hanno i loro Festival, spesso di grande tradizione.

La pietra miliare dei Festival giornalistici italiani è, senza dubbio, quello di Perugia. Nato nel 2006, è diventato presto un appuntamento irrinunciabile per i professionisti del settore, grazie ad un prestigioso parterre di ospiti e ad un ricco programma di incontri, dibattiti, interviste, presentazioni di libri, mostre, e workshop, che riuniscono il mondo del giornalismo, dei media, e della comunicazione provenienti da tutto il mondo. Anche il Festival di Ferrara, organizzato a partire dal 2007 dal settimanale Internazionale, ha saputo crearsi un’ampia platea di pubblico, puntando su temi fortemente legati all’attualità politica ed economica mondiale. Restando sul territorio piemontese, non si può non citare il Festival della TV e dei nuovi Media, che si tiene ogni anno a Dogliani, nel cuneese. Un vero e proprio laboratorio nazionale dove si analizza e si discute la televisione di oggi e quella del futuro, aprendo spesso nuovi interessanti scenari nel panorama della comunicazione.

Nel solco di questi tre grandi appuntamenti, non in contrapposizione ma a completamento, nasce l’idea del Festival Internazionale del Giornalismo Alimentare, che, dal 25 al 27 febbraio 2016, vivrà a Torino la propria prima edizione. Una manifestazione che farà incontrare mondi diversi, eppure affini, con l’ambizione di dare vita ad un dibattito schietto e propositivo sugli innumerevoli ambiti correlati strettamente all’alimentazione: dalla politica all’economia, dalla salute alla sicurezza, dalla cucina alla moda, fino al turismo. Una sfida intrigante che si animerà grazie alla presenza di giornalisti esperti del settore, aziende, scienziati, alimentaristi, uffici stampa, comunicatori e attraverso una ricca proposta di incontri, workshop, seminari ed eventi serali collaterali, in una sorta di Fuori Festival.