Il Festival del Giornalismo Alimentare ha ottenuto il patrocinio della Città Metropolitana di Torino, l’ente territoriale di area vasta, comprendente 316 comuni, che, a partire dal primo gennaio del 2015, ha sostituito la Provincia di Torino. In linea con il riposizionamento di un territorio sempre più dedito alla cultura e alla promozione delle proprie eccellenze, la Città Metropolitana di Torino si è fin da subito dimostrata sensibile e attiva nei confronti del mondo dell’alimentazione, dando vita ad alcune importanti iniziative.

Tra i progetti più rilevanti, vi è la creazione di un marchio-ombrello, il Paniere dei Prodotti Tipici della provincia di Torino, nato per proteggere e garantire il proprio patrimonio di tipicità agroalimentari ed enogastronomiche. Attualmente sono presenti 30 prodotti, i vini DOC della provincia, oltre 1000 produttori, 14 punti vendita e circa 115 ristoranti, che partecipano alle iniziative annuali di promozione. Nella stessa direzione, l’iniziativa Nutrire Torino Metropolitana, che, attraverso l’organizzazione di una serie di seminari e dibattiti, ha voluto riportare in primo piano i temi dell’alimentazione, provando a scrivere una vera e propria agenda politica del cibo, una sorta di manifesto condiviso con i cittadini e gli operatori economici, che permetta di evidenziare i problemi da risolvere e gli obiettivi da raggiungere.

Un impegno che ha varcato i confini con il progetto ALCOLTRA (Alimentazione Eco Responsabile) in collaborazione con il Conseil Général del Dipartimento della Savoia, per la sperimentazione delle buone pratiche di una strategia alimentare urbana e metropolitana. L’attenzione della Città Metropolitana, inoltre, riguarda anche i più piccoli e le scuole del territorio, con la partecipazione all’iniziativa Il Menù l’ho fatto io, sviluppata per coinvolgere bambini, docenti e famiglie in un percorso di educazione alimentare.

Il Festival del Giornalismo Alimentare si propone quindi come ulteriore tassello di un puzzle virtuoso e costruttivo che va sempre più componendosi.