Il Festival del Giornalismo Alimentare ha ottenuto il patrocinio del Comune di Torino, realtà che, nel corso degli ultimi anni, si è dimostrata molto attenta al mondo dell’alimentazione, in ogni suo ambito. Il Comune di Torino, infatti, è il primo in Italia ad aver pensato di inserire, all’interno del proprio statuto, il tema del diritto al cibo adeguato.

Una proposta che richiede “di promuovere l’attuazione del diritto al cibo adeguato, inteso come diritto ad avere un regolare, permanente e libero accesso a un cibo di qualità, sufficiente, nutriente, sano, accettabile dal punto di vista culturale e religioso, che garantisca il soddisfacimento mentale e fisico, individuale e collettivo, necessario a condurre una vita degna”. L’idea rientra in un programma di più ampio respiro, che ha visto, negli anni, sviluppare progetti come Torino Città da coltivare (Tocc), per un nuovo rapporto tra agricoltura e città, e promuovere la cultura del cibo attraverso la promozione dei farmers market, delle mense benefiche e di iniziative legate alla ristorazione scolastica e l’educazione alimentare.

Proprio in questi ultimi due ambiti, l’Assessorato alle Politiche Educative della Città di Torino, ha promosso il progetto Il menù l’ho fatto io, con l’obiettivo di coinvolgere bambini, docenti, famiglie e commissioni mensa in un percorso sull’educazione alimentare e sul consumo consapevole, in una dimensione di sostenibilità ambientale. Un progetto che ha sviluppato temi come il contenimento dell’obesità infantile, la prevenzione sanitaria, l’informazione sulle esigenze nutrizionali, l’etichettatura, la valorizzazione dei prodotti locali “a km 0” e la conoscenza delle filiere alimentari, l’impatto che la produzione e il consumo hanno sull’ambiente e le conseguenti strategie di sostenibilità ambientale, il diritto di tutti a partecipare alle scelte alimentari e disegnare il proprio territorio.

In quest’ottica, i bambini di Scuole primarie di Torino hanno proposto un menù partecipato, capace cioè di coniugare gli aspetti di salute con quelli ecologici.