Tra storia e cultura: l’aula magna della Cavallerizza Reale di Torino

Sarà la nuova Aula Magna dell’Università degli Studi di Torino, nata all’interno della suggestiva Cavallerizza Reale, ad ospitare i lavori del primo Festival Internazionale del Giornalismo Alimentare. Situata nel cuore “regio” di Torino, la Cavallerizza Reale è un magnifico edificio in stile barocco, costruito per svolgervi gli esercizi e gli spettacoli equestri di corte, a cui, tra il XVII e il XVIII secolo, hanno lavorato importanti architetti dell’epoca come Amedeo di Castellamonte, Filippo Juvarra e Benedetto Alfieri. Divenuta nel 1997, insieme alle altre residenze sabaude, Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco e dopo essere stata sede del Teatro Stabile di Torino, negli ultimi anni la Cavallerizza ha vissuto diverse vicissitudini, tra cui un incendio nel 2014.

Con la decisione, da parte del Comune, di “cartolarizzare” alcune delle sue proprietà immobiliari, vendendole ai privati, a fine 2014 l’Università degli Studi di Torino ha deciso di riqualificare una parte della Cavallerizza, l’ex maneggio Chiablese, trasformandolo nella propria avveniristica Aula Magna, con una capacità fino a 450 posti. Attualmente è l’unica parte dell’edificio ad essere agibile e idonea ad ospitare eventi pubblici e manifestazioni di vario genere.

Il Festival del Giornalismo Alimentare ha deciso di svolgere la propria prima edizione in questa sede, perché è uno dei simboli della storia e della bellezza architettonica della città. Un luogo che, anche grazie agli sforzi dell’Università degli Studi, deve tornare a vivere in tutto il proprio splendore e ad essere uno dei poli principali della cultura torinese e italiana. Dove creare un dibattito effervescente e dare nuovo impulso alle giovani menti del futuro.