altro
Andrea Pierini
Roma / Viterbo

Accanito bevitore e appassionato amatore del buon vino e della birra artigianale. Non a caso, "enologia" e "homebrewing" sono le parole che uso più frequentemente all'interno di una frase. Perché sono la mia vita, ciò che faccio e che amo, per passione, per professione, per cultura. Come un artigiano alchimista trasformo le cose della natura, ma sempre con estremo rispetto, senza alterarne il corso e con il minor impatto possibile. Trasformare, per me, significa creare partendo dall'essenza per arrivare alle forme, senza artificio; manipolare nel significato più puro del termine, ossia usare le mani per plasmare ciò che a me piace definire "vita". Questo credo lo rifletto anche nelle ricerche che compio presso il Dipartimento per la Innovazione nei sistemi Biologici, Agroali­mentari e Forestali (DIBAF) dell'Università degli studi della Tuscia, in cantina e nel vigneto, posti dove mi sento a casa.