itenfr
  • Home
  • News
  • "Una serra in Antartide per coltivare nello spazio"

"Una serra in Antartide per coltivare nello spazio"

In Antartide hanno sperimentato la coltivazione in serra per portarla nello spazio e magari sulla Luna oppure su Marte. Se ne è parlato nell'ultima giornata del Festival del Giornalismo Alimentare con Giorgio Boscheri, ingegnere aerospaziale della Thales Alenia Space di Torino, che è stato in Antartide per testare innovativi sistemi di coltivazione senza suolo. «Da diverso tempo stiamo studiando come produrre risorse per gli astronauti, e cibo che rimanga gustoso nel tempo senza perdere le sue proprietà - ha detto Giorgio Boscheri -. A oggi il nostro progetto internazionale più grande in questo campo è EDEN ISS, che ci ha portato a coltivare in Antartide, perché è un ambiente che ha tanta analogie con lo spazio». Nella serra ospitata su una base tedesca con una temperatura esterna di -30 gradi hanno coltivato pomodori, peperoni, erbe, insalate e cetrioli senza l'utilizzo del suolo, «e la sfida del futuro sarà capire se questo sistema di coltivazione sarà economicamente conveniente rispetto al trasporto del cibo proveniente dalla Terra -continua Boscheri -. Adesso il progetto è al secondo anno di operazione, e i dati sono già stati comunicati alla comunità scientifica mondiale». Il suo è stato uno degli interventi nel panel «Il cibo Made in Italy coltivato su Marte. Lo spazio come grande occasione di comunicazione dell’innovazione alimentare italiana» in cui si è parlato anche dei primi cibi nello spazio che erano sotto forma di purea in tubetti, fino all'ultima sperimentazione di preparazione di biscotti nello spazio che ha richiesto un tempo di cottura di due ore.

LOCATION

Centro Congressi Lingotto
Via Nizza 280 - 10126 TORINO

REDAZIONE

Via Verdi 20 - 10124 TORINO
Tel. +39 334 263 68 89
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

CONTATTACI

Contattaci